AmazonFresh anche in UK

Alimentari freschi e surgelati da Amazon sulle tavole degli europei

Furgoni AmazonFresh

AmazonFresh, il servizio di vendita on-line di prodotti alimentari freschi, già operativo a Seattle, San Francisco e Los Angeles, sta per partire anche in altre città americane, ma secondo esperti del settore grocery, il prossimo passo sarà quello di portare il servizio prima nel Regno Unito e poi nel resto d’Europa.

napolinaOggi Amazon vende on-line, nel Regno Unito, prodotti alimentari di lunga durata, come tè, pasta, erbe aromatiche, pelati, caramelle, patatine, ananas, cipolle, cioccolato, tonno in scatola, perfino i pelati Napolina (sic!), ma AmazonFresh estende il servizio ad una gamma completa di prodotti freschi e surgelati.

Negli Stati Uniti gli acquirenti che effettuano un ordine entro le 10 del mattino si vedono arrivare uno dei furgoni verdi di Amazon in tempo per la cena.

La consegna è gratuita per chi spende più di $35 (€22), ma bisogna essere iscritti al servizio Amazon Prime che costa $299 l’anno.

Doug Gurr, vice-presidente di Amazon UK , ha spiegato che l’espansione del servizio in tutta l’America è appena partita, (dopo la fase sperimentale) perché il loro modello è quello di testare a fondo un’iniziativa e: “quando abbiamo risolto tutte le difficoltà e compreso tutto il meccanismo, iniziamo a espanderlo.”

Una mossa quella di Amazon da non sottovalutare, perché l’azienda ha già dimostrato di saper gestire i prezzi in modo da essere veramente concorrenziale, oltre ad avere un’efficiente sistema distributivo e una superiore customer care, cosa che in Italia non si può dire di molte aziende della grande distribuzione, che forse non saranno le prime a subire l’impatto di questo fenomenale concorrente, mentre sicuramente un impatto lo subiranno tutti quei piccoli operatori, molti dei quali non hanno una mentalità digitale, e magari possiedono solo un website-vetrina, senza né un e-commerce e neppure un po’ di info-commerce.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.