35 Condivisioni

Rieccomi a raccontarti alcune novità dopo una lunga parentesi dovuta al lancio di Silvina D, a meno di una settimana del 1º webinar del progetto, nonché primo webinar in assoluto 😛

In occasione della IX edizione del convegno “Il Traduttore Visibile,  il 1º ottobre sarò all’Università di Parma per fare un intervento sugli effetti dirompenti della quarta rivoluzione industriale sull’industria della traduzione e sul mercato del lavoro in generale, nel quale racconterò quali sono i campi più promettenti su cui puntare.

Il programma delle due giornate del convegno lo puoi scaricare da qui.

Secondo la ricerca “The future of Jobs” del World Economic Forum, nei prossimi anni verranno creati circa 2 milioni di posti di lavoro, però ne spariranno circa 7 milioni. Quali?, ovviamente i lavori maggiormente ripetitivi ed in qualche modo automatizzabili.

Qualche consiglio e considerazione da tenere presente per cavalcare l’onda senza essere travolti da questo tsunami non guastano mai:

Non cercare, fatti trovare 😉

Cercare di trovare lavoro, pardon clienti (ovvero qualcuno che ti paga per il lavoro, valore, che sei in grado di produrre), inviando CV tramite Infojobs è come credere che un’azienda sia in grado di sostenersi appiccicando bollettini sui parabrezza delle macchine o quei disperati cartelli strampalati che vedi per strada.

La soluzione non è tappezzare la città di annunci, più o meno grandi, bensì esperimentare nuove azioni, perché come diceva Einstein:

Follia è fare sempre la stessa cosa e aspettarsi risultati diversi #citazioni #EinsteinClick To Tweet

E di menti poco lucidi ne abbiamo a iosa, sopratutto nella pubblica amministrazione.

Ad ogni modo, sta di fatto che quel tipo di comunicazione urlata, anonima per non dire disperata ormai non se la fila proprio nessuno. Su questo blog, ho parlato più volte a proposito della strategia più efficace da cui partire.

Molto meglio, invece, puntare sulla riprova sociale del buon Robert Cialdini, una delle leggi di persuasione più potenti. La testimonianza autentica di un cliente è la massima prova di fiducia che puoi instillare nel tuo potenziale cliente.

Inoltre, ti lascio questi tre punti che mi sono venuti sempre bene:

  • progettare una strategia di posizionamento differenziante
  • comunicare la tua proposta di valore in modo chiaro ed inequivocabile indirizzata al tuo pubblico obiettivo, ben individuato (ricordati che non puoi piacere a tutti) e last but not least;
  • sapere cambiare rotta e modificare il proprio business sulla base dei riscontri ottenuti

Più facile a dirsi che a farsi, lo so, ma d’altronde non esistono scorciatoie o soluzioni facili.

Per quello ho chiamato questo format, Distinguersi per non estinguersi, perché con questi chiari di luna il rischio è quello di fare la fine dei dinosauri.

Il panorama è cambiato da un pezzo, my friend

Il panorama è cambiato ma mon solo nell’affollata e globalizzata industria della traduzione, ma in tutti i settori. Basta farsi un giro su piattaforme quali Freelancer, Fiverr, Upwork ecc. ecc.

Oltre alla saturazione dei mercati, è in atto una rivoluzione tecnologica, economica, invasiva, pervasiva e globale che sta producendo un modello di società self-service, dove i servizi verranno forniti da macchine sempre più intelligenti, sempre più connesse, sempre più in grado di adattarsi ai nostri desideri e comportamenti.

Il business tradizionale è morto e sepolto

Nell’era dei robot la fantascienza è diventata realtà. Le tecnologie esponenziali, cioè quelle che non crescono in maniera lineare ma che sono caratterizzate da rapide accelerazioni, stanno letteralmente rivoluzionando la nostra vita. Robotica, blockchain, intelligenza artificiale, stampa 3D sono solo un esempio delle innumerevoli applicazioni.

Te lo spiega alla grande in questo breve video il futurista tedesco Gerd Leonhard, che ti invito a vedere:

L’umanità si trova sull’orlo di un cambiamento senza precedenti: automobili senza pilota, aiutanti robot, consulenti finanziari automatizzati possono darci ricchezza e tempo libero, ma rappresentare una minaccia più concreta di HAL 9000, il supercomputer di bordo della navicella di Odissea nello Spazio del leggendario Stanley Kubrick.

Non trovi?

Il passaggio all’automazione del lavoro in più campi potrebbe essere brutale, soprattutto se non affronteremo tempestivamente i grandi problemi rappresentati da un mercato del lavoro sempre più incerto e da crescenti disuguaglianze di reddito su cui battano forte Thomas Piketty e Joseph Stiglitz.

La domanda più impellente:

Come sta cambiando e cambierà il lavoro del traduttore professionista in un mondo dove già la maggior parte delle traduzioni a livello globale è svolta tramite Machine Translation, ormai raggiunta a livelli qualitativi un tempo impensabili.

Ma sopratutto il traduttore è pronto ad essere parte del cambiamento, senza subirlo?

Conclusioni

Un fatto è certo l’onda della rivoluzione digitale arriva sempre comunque e dovunque. Puoi scegliere se cavalcarla o stare in spiaggia a guardare, con il rischio che ti travolga :-/

Ti aspetto il 1º ottobre a Parma.

35 Condivisioni
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.