E il negozio batterà l’online

IBM prevede che entro 5 anni le tecnologie daranno un vantaggio competitivo al dettagliante.

ibm-local-shopping-prediction

Ogni anno la IBM pubblica cinque previsioni su tecnologie che saranno disponibili nei successivi cinque anni.

Una di queste è la possibilità che l’utilizzo di tecnologie, basate sull’Intelligenza Artificiale e la Realtà Aumentata, daranno al negozio fisico una grande possibilità di battere la concorrenza del negozio online, esaltando le sue specificità che sono la prossimità al consumatore e l’immediatezza dell’acquisto.

Le vendite online nel mondo hanno raggiunto la cifra di un trilione di dollari e molti negozi hanno dovuto chiudere perché non in grado di competere sui prezzi con giganti dell’online come Amazon.

Ma l’innovazione per i negozi farà in modo che acquistare localmente sarà più conveniente dell’acquisto online.

I dettagliati utilizzeranno l’immediatezza del negozio e la prossimità ai consumatori per creare un’esperienza di shopping che online non è possibile ottenere.

Sarà l’Intelligenza Artificiale ad aiutare i dettaglianti, e secondo la IBM, sistemi cognitivi derivati da IBM Watson faranno diventare più intelligente la modalità di vendita locale, mentre la realtà aumentata fornirà al consumatore più dati di quelli che oggi trova sullo scaffale dov’è esposto il prodotto.

Con queste tecnologie i negozi saranno in grado di anticipare cosa vuole il consumatore, di cosa ha veramente bisogno, che non dovrà aspettare due giorni per averlo visto che può ritirare la sua merce immediatamente.

Il negozio chiederà se volete vedere una certa macchina fotografica e mettervi a disposizione un venditore nella corsia dove la macchina è esposta, ” dice Bernie Meyerson, VP per l’innovazione di IBM “e la capacità di fare tutto questo, senza problemi e senza la pena di dover cercare fra decine di scaffali, è veramente potente.

Una tecnologia così efficace che i venditori online dovranno creare loro negozi fisici per aiutare le loro vendite.

Ma non è uno scontro fra mondo fisico e  quello online,” dice ancora Meyerson “ma di una combinazione di entrambi. E il negozietto potrà offrire lo stesso servizio oggi viene offerto dai grandi venditori online. Si tratta piuttosto di un’evoluzione di entrambi i mondi e sta arrivando.”

3 commenti
  1. Aldo
    Aldo dice:

    SI, me li vedo proprio i negozi italiani con tecnologia Intelligenza artificiale e realtà aumentata…. a fatica sanno usare il registratore di cassa! Siamo troppo lontani,.. forse fra 50 anni no 5. Ma allora sarà tutta un’altra storia!

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.