Incollati al sito

sticky content
Perché i consumatori abbandonano il vostro sito e come trattenerli

I consumatori su internet sono cresciuti in numero e in capacità, sono più connessi, navigano di più, sono diventati più intelligenti, sono rapidi e sfuggenti.

E quando parliamo di esperienza di fruizione del contenuto digitale, loro si aspettano che la marca sappia con chi sta parlando e quale messaggio vogliono sentire, e quindi vogliono un’esperienza di navigazione molto tagliata sulle loro necessità.

Ma nonostante le aziende si sforzino di rispettare questi desideri del loro pubblico, commettono errori molto gravi il cui risultato è il sito abbandonato ai primi click.

Esperienza Multidevice

Disegnare solo per lo schermo del PC non basta più, il consumatore esige avere una qualità di navigazione, contenuti e possibilità che siano indipendenti dal mezzo che sta utilizzando: PC, smartphone, tablet, digital signage. Dovunque si trova e con un qualsiasi mezzo digitale, vuole poter dialogare con la marca senza avere problemi generati dal dispositivo. E la soluzione tecnologica c’è: responsive design, cioè adattabile al dispositivo che l’utente sta utilizzando.

Contenuto non utile

Il consumatore va online per cercare informazioni, da quelle semplici, come un indirizzo, un numero di telefono, a cose più complesse e strutturate che magari ha visto su altri siti: schede prodotto, store locator, mappe dei negozi, immagini, video. Cose che vede sui siti degli altri. E, attenzione! Non necessariamente sui siti dei vostri concorrenti: spesso quello che vede fare agli altri è qualcosa che si fa in un segmento diverso, e il consumatore, che trova comoda una funzione, non comprende perché la sua marca ancora non ce l’abbia.

Non siete dov’è il consumatore

Il consumatore è ormai multicanale! Che la marca ci sia o meno, lui sceglie il canale dove informasi. E se la marca non presidia quel canale, non è un problema del consumatore ma del fatturato dell’azienda che perde un’occasione di engagment . Ed è perciò necessario che la marca abbia una strategia di pubblicazione di contenuti multicanale, che tenga conto dei vari fattori in gioco in ognuno dei canali, come quelli demografici e di utilizzo. Perché multicanale non significa pubblicare qualcosa di molto uguale, ma piuttosto contenuti utili, usabili e pensati per quel momento di vita del consumatore pur mantenendo un’unità di linguaggio e comunicazione.

1 commento

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] zona di massima attenzione, perché è ben noto che l’utente è trattenuto sulla pagina da un contenuto interessante (sticky content), che gli fa anche ricordare l’annuncio pubblicitario, e le analisi […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *