Italia, karakiri digitale

In caduta del 4,4 percento gli investimenti nel digitale italiano

Il Rapporto Assinform 2013 è una fotografia terribile degli  investimenti ICT in Italia, tanto che il rapporto parla anche di uno spread digitale che misura la distanza dall’Europa, in pratica 25 miliardi di mancati investimenti.

Il mercato digitale, infatti, crolla a 65,2 miliardi con una caduta accentuatasi negli ultimi anni e con una flessione media annua dell’1,8% contro una crescita media annuale del 3,8% del resto del mondo che vede, ad esempio, una forte ripresa degli investimenti ICT nel Nord America (+ 3,5%), Asia Pacifico (+6,6%) e  America Latina (+ 5,8%).

diapositiva09

Gli investimenti Ict italiani sono solo il 4,8% del PIL contro il 6,5% della media UE28, con una Germania al 6,8%, la Francia al 7,0%, e Regno Unito addirittura al 9,6%.

La progressiva, continua riduzione degli investimenti Ict è un fenomeno tutto italiano, fortemente preoccupante“ – Elio Catania, presidente Assinform

Se le cause sono da ricercarsi, certo, anche nella recessione economica, ciò non solleva dalla responsabilità di reagire usando la leva tecnologica per invertire i trend negativi, perché vi è legame sempre più stretto tra investimenti in tecnologie digitali, produttività, competitività e crescita per le imprese e per i sistemi-paese.“

E come non essere d’accordo, visto che è stato dimostrato dai fatti e dalla teoria economica che l’unico modo per la crescita è l’automazione?
Occorre perciò una forte azione immediata per recuperare il gap, perché senza una solida strategia per affrontare il divario digitale con gli altri paesi concorrenti, le nostre aziende si troveranno ad affrontare una sempre maggiore emarginazione.

diapositiva08

 

Ora più che mai vale la nostra tagline, Digital or Nothing, per spingere la crescita.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.