L’altro IAB Forum 2013 – Parte I

IAB Forum 2013

Lo IAB e l’incompetenza degli standisti

Giovedì scorso si è concluso al MiCo il famoso appuntamento sulla comunicazione digitale organizzato da IAB Italia.

Non parleremo degli speaker, tutti di primo livello, ne’ dei workshop, perché chi frequenta questo tipo di eventi intende avere il ‘polso’ del mercato sotto altri punti di vista, un po’ più nascosti…

Girando per gli stand di questa edizione, ci siamo resi conto che la crisi è in ottima salute, non tanto per il minor numero di espositori, ma anche per una preparazione molto scadente, se non addirittura inesistente delle persone incaricate dalle aziende di presidiare i vari stand.

Abbiamo potuto appurare che la conoscenza del prodotto nonché delle rispettive nicchie si è dimostrata piuttosto fumosa  in diverse occasioni di scambio.

Organizzazioni di natura quanto meno sovranazionale che offrono su piazza  ‘servizi di traduzione e localizzazione multilingue’, ‘soluzioni per campagne marketing multicanale’ e non sanno rispondere a domande basilari, come il tipo di software di traduzione assistita  implementato nella “famosa” piattaforma proposta in vendita.

Ovvero: nessuna conoscenza dei tecnicismi basilari del settore!

Machine translation, traduzione automatica, traduzione assistita sono concetti differenti e d”importanza per il settore dei servizi linguistici e delle traduzioni, elemento chiave su cui su cui fondare un’efficace strategia d’internazionalizzazione della comunicazione aziendale.

Forse le aziende di fronte a un investimento consistente come quello che comporta la partecipazione in qualità di espositore a un evento così importante, dovrebbero puntare di più sulla formazione e l’aggiornamento del personale, per arrivare preparati e non fare brutte figure in occasione di una prestigiosa vetrina, come quella offerta dallo IAB,  dove poter esporre la propria offerta a caccia di nuovi opportunità di business.

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *