Stampa in 3D anche il metallo

[title size=”2″]Mitsubishi lancia la LUMEX-Advance 25, una stampante 3D ibrida per il metallo[/title]

Stampanti 3D per replicare o produrre parti in plastica sono ormai alla portata di tutte le tasche. Più costose le soluzioni che permettono di creare oggetti in metallo, compresi i ferri di cavallo in titanio, a chiara dimostrazione che si tratta di tecnologie abbastanza mature da poterle aggiungere allo strumentario di produttori e creativi.

La novità della LUMEX-Advance 25, prodotta dalla giapponese Matsuura e distribuita dalla conglomerata Mitsubishi, è che si tratta di una macchina ibrida, che associa alla funzione di creazione di oggetti tramite sinterizzazione di polveri metalliche via laser, con un sistema di fresatura per la finitura dei pezzi, che possono avere dimensioni massime di 25x25x18 cm e con forme e geometrie anche molto complesse.

Con un costo di circa 800 mila euro non è certo un giocattolino per tutte le tasche, ma si tratta comunque di un’innovazione verso un altro tipo di macchine integrate che cambieranno rapidamente il modo di fare prodotti, con possibilità di produrre piccole quantità, magari anche di un solo pezzo, nella filosofia della mass customization e collaborative customization , per cui il cliente può chiedere un prodotto specifico, adatto alle sue particolari necessità, che possono essere quelle di avere un semplice prototipo o una serie limitata per specifiche esigenze, e basti pensare a parti prodotte per un satellite o a uno stilista che voglia produrre una particolare chiusura per una borsa o al medico che debba produrre una protesi ad hoc per un determinato paziente.

La stampa 3D è un'altra dimostrazione della rivoluzione digitale in atto.

Dal disegno digitale, fatto con un sistema CAD, si ottiene direttamente il prodotto finito, eliminando decine di (costose) fasi intermedie e permettendo la collaborazione a distanza fra il cliente e l'azienda, fra il progettista e il creativo, fra il mercato e la produzione, fra l'esigenza e la soddisfazione del cliente.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *