Un blog per trovare lavoro

Come trovare lavoro bloggando

blog it baby

Cercare un lavoro è un lavoro. Un duro lavoro. Soprattutto di questi tempi, e sopratutto per alcune professioni. Quindi, qualsiasi cosa facciamo per migliorare il nostro curriculum, i nostri profili professionali e social, o qualsiasi altra cosa ci dia visibilità, diventa essenziale e utile per trovare lavoro.

E se sei disoccupato, creare un blog può essere proprio una buona idea, perché un blog può aprire molte porte, soprattutto se sei capace di renderlo interessante per il tuo settore.

Non mi occupo di digitale, devo aprire lo stesso un blog?

Non importa cosa fai per professione: la cosa importante è avere visibilità. Il blog è solo un altro mezzo per incanalare e mostrare le tue capacità. Se sei un giornalista, un content editor, un social media manager, un traduttore non devi neppure chiedertelo. E sei sei un cuoco, perché non creare un blog di ricette e di cucina creativa? Se ti piace la moda puoi utilizzare le tue conoscenze del settore e addirittura farlo diventare il tuo modello di business. Ma puoi anche scrivere un romanzo a puntate.  Qualcuno l’ha fatto e ha poi venduto la storia a un produttore TV.

Ti mantiene attivo

Un vantaggio del blog è quello di tenerti occupato. Non che ci si debba dedicare, anima e corpo, e per il 100 % del tempo, ma è un modo per sentirsi attivi nella ricerca di un lavoro, e può essere tanto su un proprio hobby oppure qualcosa che riguarda il proprio settore di lavoro. Aiuta a stabilire e mantenere una routine giornaliera, un vero aiuto quando non si ha un lavoro e c’è quel tanto, troppo tempo libero e vuoto, il che, a volte, è veramente molto pesante. Scrivere un blog è un grande sostegno e anche una specie di terapia per non arrugginire.

Alimenta il ​​tuo personal branding

Oltre a farci restare attivi, un blog serve a migliorare il proprio personal branding, che non è una questione che riguarda solo le aziende:  il personal branding  riguarda tutti e può aiutare a distinguerci dalla concorrenza. Però, regola numero uno, prima di mettersi a scrivere, bisogna elaborare una strategia: il tono che s’intende utilizzare, l’impressione che si vuole trasmettere, gli argomenti e sopratutto l’immagine (di se)  che si vuole dare.

Un portfolio sempre pronto 

Un’altra utilità del proprio blog, è quella di avere un portfolio da mostrare al mondo. In questo modo un cacciatore di teste ha modo di vedere cosa sappiamo fare o qualcuno può consigliare ad altri che sei la persona che stava cercando.  Avere sotto mano un esempio di cosa si sa fare è forse il più efficace dei biglietti da visita.

Se vuoi imparare a gestire un blog personale o aziendale, o scrivere contenuti per il web, puoi iscriverti al nostro corso  Be Unique per conoscere tutti i segreti del web & copywriting.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *